Il Ballo di San Vito

“Il Ballo di San Vito” è una festa nata nel 2004 a Monte San Vito (AN) da un progetto dell’ Associazione Culturale “L’Albero del Maggio”, che per anni ha organizzato vari eventi ed iniziative internazionali per la promozione e divulgazione di musiche tradizionali marchigiane ed italiane (uno fra tutti il festival “La Marca EuroFolk”,realizzato in collaborazione col festival europeo “Eurofolk” di Malaga).Elia

Nel 2010 il gruppo Traballo inizia attivamente a collaborare all’organizzazione della festa fino al 2013, anno in cui ne diventa il principale organizzzatore, pur mantenendo una collaborazione con “L’Albero del Maggio”.

Il nome della festa deriva dal disturbo fisico e psichico denominato appunto “Ballo di San Vito“, anticamente molto diffuso nel Mediterraneo e nell’Italia del sud, che consisteva in spasmi e febbri acute di origine batterica, delle quali erano protagonisti uomini e donne per lo più contadine, perciò denominate “Tarantate” o “Tarantolate” del Salento, identificabili sotto il fenomeno del “tarantismo”. Questi individui per guarire dal disturbo, ballavano per giorni a ritmi frenetici fino a svenire, chiedendo continuamente la grazia ai santi protettori delle persone morse da animali, quali San Paolo e San Vito. Il nome della festa fà riferimento al nome del santo del paese ospitante, che si lega per tradizione a questi riti e balli popolari italiani.

Nelle varie edizioni de “Il Ballo di San Vito”, si sono succeduti grandi gruppi tradizionali di tutta Italia che hanno portato nel piccolo borgo marchigiano di Monte San Vito, culture e musiche provenienti da ogni regione: dai “Ballati tutti quanti” salentini ai “Cala la sera” del Gargano; dagli “A ‘ssaltarella” abruzzesi agli “A’ voce stesa” dei monti lattari; dalle pizziche murgiane dei “Contraggiro” alle Tammurriate de “La voce della tradizione” ecc…

Durante il Ballo di San Vito

Partecipa all’“Arsomijo photo contest”

Ogni anno a fine estate, un gruppo ospite italiano viene invitato alla festa per insegnare e suonare le proprie canzoni tradizionali, e il pubblico può imparare nuove danze tipiche grazie a degli stage di danza realizzati presso il B&B Viadelcampo dal gruppo stesso. Normalmente vengono anche ritagliati dei momenti in cui i musicisti raccontano le proprie esperienze di ricerca ed espongono un repertorio più di nicchia, composto per lo più da serenate, filastrocche, canti rituali o di lavoro.

Il “Ballo di San Vito” perciò è un evento di riferimento per il territorio, in quanto costituisce un accurato momento di incontro fra culture, che permette di apprezzare e conoscere diverse espressioni popolari, che costituiscono un patrimonio culturale inestimabile da difendere e conservare.

Anche quest’anno si realizzerà il concorso fotografico del Ballo di San Vito “Arsomijo photo contest” che nella prima edizione del 2013 ha registrato un grande successo e soprattutto stupende fotografie! LEGGI IL REGOLAMENTO

 Il tema principale della X° edizione 2014 sarà la Toscana con il grande gruppo di musica tradizionale

“LA PANZANELLA”

CANTI E DANZE TRADIZIONALI TOSCANE

Antonio Mario de Carlo (organetto)
Jamie Maria Lazzara (violino)
Gianfranco Marcontini (percussioni)
Luigi di Guida (ballo)
Francesca Barbagli (ballo)

Antonio Jamie gianf

PROGRAMMA 2014
SABATO 27 SETTEMBRE

10.00-12.30 (B&B Viadelcampo)
Laboratori di DANZE TOSCANE e Saltarello di Filottrano (a cura di “La Panzanella” e “Traballo”)

Pranzo
15.00-17.30
Laboratori di DANZE TOSCANE e Saltarello di Filottrano (a cura di “La Panzanella” e “Traballo”)

18.00-19.30
Repertorio Ricercato: La Panzanella racconta i suoi anni di studi, ricerche e musica in Toscana
Cena

21.30 (Piazza San Pietro)
Concerti de “La Panzanella” & “Traballo”

DOMENICA 28 SETTEMBRE
10.30-12.30 (B&B Viadelcampo)
Laboratori di DANZE TOSCANE e Saltarello di Filottrano (a cura di “La Panzanella” e “Traballo”)
Pranzo

15.00 (Piazza San Pietro)
Apertura del Mercatino di produttori locali e baratto

15.30-17:30
“L’arte de rubà cò ll’occhi”: incontro coi suonatori tradizionali marchigiani “Cantamaggio Fabrianese” e “Armando Braconi”

17.30-20.00
Concerti con “Danzintondo” e “Traballo”.


INFO prenotazione corsi e banchetto del MERCATO (al quale è possibile prenotarsi fino al 25/09):
Francesco 339 1916421 – info@traballo.it


INFO prenotazioni pasti e pernotti:
Silvia 339 3560989 – silviaserrani@virgilio.it
wwww.traballo.it – www.viadelcampo.info
Facebook: gruppotraballo, BB-Viadelcampo

Volantino Traballo